Favourite Quotes

"To you I'm an atheist; to God, I'm the Loyal Opposition" W.Allen

"A thing is not necessarily true because a man dies for it" O.Wilde

lunedì 24 giugno 2013

Il mondo al contrario

Benvenuti nel paese dove se non paghi l'ICI ti devi dimettere da ministro, ma se ti scopi delle puttane minorenni (oltre ad altre cose ben più gravi) sei vittima della giustizia ad orologeria.

Benvenuti nel paese dove di fronte ad una cosa del genere la gente dice, hanno sbagliato entrambi.

Benvenuti nel paese dove, però che figa Ruby.

Benvenuti nel paese dove...cazzo non gioca Balotelli.

Benvenuti nel paese dove invece di evitare di far salire l'IVA si cerca di dare la colpa a quelli prima, come se fossero diversi da quelli di adesso.

Benvenuti nel paese dove la rete sono 10 mila persone e dove se dai del fascista ad uno che usa metodi fascisti ti risponde che non capisci un cazzo.

Benvenuti nel paese dove adesso tutti pensano a Renzi, ma col cazzo lo hanno votato alle primare.

Benvenuti nel pasese che continua a spendere miliardi per delle guerre che non finiranno mai, e dove muoiono dei soldati a cui dobbiamo pure ipocritamente fare i funerali di stato

Benvenuti nel paese dove Vendola è l'unico politico coerente, pur dicendo delle cose che neanche lui capisce



Condividi su Facebook

giovedì 13 giugno 2013

Giusto una roba veloce

Magari qualcuno ha notato che non scrivo nulla da una settimana, e si chiede dove sono finito o se questo esperimento del blog fosse già svanito.

No, la voglia di scrivere è tanta, ma semplicemente non ho tempo, gli unici ritagli che avrei sono dopo la mezzanotte e dopo 15 ore di monitor ricominciare a scrivere è veramente impensabile.

E' successo di tutto negli ultimi tempi, un immigrato si è messo a picconare la gente, un fascista è stato cacciato da Roma a calci in culo, la rivolta del nord Africa sta colpendo la Turchia, è venuto fuori quello che sapevamo tutti sulla NSA e il fatto che siamo spiati 24/7, Apple ha presentato le sue novità, gli spurs sono riusciti a vincere a Miami e sono sul 2a1, il Barca ha comprato Neymar e via dicendo, Grillo ha finito le persone con cui incazzarsi e Siena vincerà lo scudetto.

L'unica cosa che non si muove è il governo italiano, neanche una decisione presa se non quella di ribadire la nostra presenza in Afganistan dove continuano ovviamente (perché c'è una guerra) a morire.

Ci riaggiorniamo


PS: detto fra noi mi piacerebbe fare il blogger molto più di quello che faccio solitamente

Condividi su Facebook

giovedì 6 giugno 2013

NBA Finals 2013

Questa notte a Miami iniziano le finali NBA 2013.

Le due squadre che odio di più si incontrano in una delle serie finali più noiose della storia. Due squadre fortissime in difesa, ma profondamente diverse in attacco. San Antonio con un attacco equilibrato fondato sui 3 pilastri Parker, Duncan e Ginobili, Miami che invece è Lebron dipendente e che gioca un basket 5 fuori che non si fa neanche nel campionato propaganda.

In ogni caso io tifo Spurs.

sabato 1 giugno 2013

Sei un comunista..

Chi mi conosce sa benissimo che sono un anticomunista vero, ma nell'Italia contemporanea chi mi vede dall'esterno o mi conosce da poco mi considera un comunista, me ne accorgo perché il mindset ormai è quello.

Mi danno del comunista perché sono antiberlusconiano, è la dicotomia dell'ignorante o sei un paladino della libertà o sei un comunista; fa niente che Berlusconi non abbia mai fatto una liberalizzazione,  abbia alzato le tasse, abbia insultato la magistratura, abbia commesso reati, abbia fatto condoni e votato indulti, il comunista sono io che sono contrario a tutte queste cose.

Mi danno del comunista perché compro Repubblica, io mi informo prevalentemente con i 130 blog e siti che seguo, ma c'è poco da fare se compri un quotidiano oggi o compri il corriere, 100 pagine di non posizioni e di noia mortale, o compri la stampa, dare soldi agli agnelli non mi piace, o compri Repubblica.

Mi danno del comunista perché indosso le maglie di Emergency, anche qui non riesco a capirne il senso. Emergency è un'azienda privata che non prende soldi dallo stato e che cura pro bono con medici volontari le vittime di guerra. Io non capisco come si possa essere ostili a Gino Strada e gli altri, magari è un mio problema.

Mi danno del comunista perché sono contrario alle missioni militari che abbiamo in giro per il mondo, ma in una crisi di spesa pubblica come la nostra che senso ha stare in Afghanistan ancora dopo 12 anni o in Iraq dopo 10 e spendere miliardi di euro pubblici.

Mi danno del comunista perché sono a favore dei diritti civili per omosessuali e conviventi e perché sono favorevole alla legalizzazione della prostituzione. Un liberale ha come principio la libertà individuale e d'impresa questi 2 punti dovrebbero essere patrimonio di cervelli pensanti non di una parte politica.

Dulcis in fundo sono comunista perché mi piacciono Moretti, Luttazzi, Celestini e Woody Allen e non faccio fatica a dire che il giorno in cui ho riso di più nella mia vita è quando ho visto Dario Fo e Franca Rame dal vivo; quando poi io chiedo cosa dovrei vedere per non essere considerato comunista mai nessuno che sa cosa rispondere.

La cosa assurda è che quelli che di sinistra cui io vorrei contrappormi sono diventati così:








Condividi su Facebook