Favourite Quotes

"To you I'm an atheist; to God, I'm the Loyal Opposition" W.Allen

"A thing is not necessarily true because a man dies for it" O.Wilde

venerdì 8 marzo 2013

Festa della .. abitudine

Oggi è l'8 Marzo festa della donna, ai semafori invece di lavarti i vetri ti vendono mimose, i locali organizzano delle cene con spettacolini, le donne si organizzano insieme per fare cose che negli altri giorni reputano insolito fare.

Bene, benissimo, bravi tutti.

Ora dico la mia, ma che cazzo festeggiamo?

Oggi la pagina Facebook del Parlamento UE ha pubblicato la seguente infografica (ovviamente la popolazione di riferimento è quella Europea)


3 dati su tutti:
  • Le donne laureate sono più degli uomini laureati
  • Le donne guadagnano in media il 25% in meno degli uomini
  • Fatti 100 gli amministratori delegati 2 sono donne 98 sono uomini
 E questo è il lato bello della medaglia, ora passiamo al brutto, la situazione italiana.

  • Se abortisci, ti chiamano assassina
  • Se vuoi la fecondazione assistita, non puoi
  • Se sei incinta, eh ma con il lavoro come facciamo
  • Se divorzi, sei una stronza
  • Se ti picchiano, devi denunciare
  • Se denunci, tanto l'altro prende lo sconto di pena
  • Se ti violentano (versione 1), eh però cazzo in giro da sola si notte poteva evitare
  • Se ti violentano (versione 2), eh però cazzo se ti metti le minigonna però
  • Se fai carriera, sicuramente hai qualche spinta
  • Se sei una bella ragazza, massì che una ragazza bella in più fa contento il cliente/datore di lavoro
  • Se vuoi farti prete, non puoi
Poi questo mostro qui che frequenta minorenni, escort, insulta i capi di stato esteri e insulta le donne davanti a tutti prende milioni di voti.

Ribadisco, che cazzo festeggiate? ogni anno l'8 marzo tutte le donne del mondo non dovrebbero lavorare, ma trovarsi in tutte le piazze per manifestare la loro rabbia verso questa evidente disparità.

Il mio Augurio vero è che queste cose prima o poi le farete.

Gian


Condividi su Facebook

1 commento:

  1. Si dice che “le donne siano meglio preparate, più colte, più interessate, più istruite degli uomini”. Nonostante ciò continuano ad essere escluse dai vertici della politica e dai consigli di amministrazione. Per non parlare poi della parità salariale.
    Io personalmente oggi non festeggio. In ambito lavorativo negli ultimi anni non sono stati fatti grossi passi in avanti; addirittura l’Italia è anche retrocessa nella classifica mondiale. E di questo passo, credo che i miei festeggiamenti saranno rimandati di molti, molti anni.

    RispondiElimina